top of page

Legge di bilancio 2024 e Riforma IRPEF

E’ stata approvata in via definitiva la legge di bilancio 2024, tra i vari provvedimenti introdotti dal Governo analizziamo quelli previsti in tema di lavoro.


1) Esonero contributivo lavoratori dipendenti

Il Governo ha deciso di confermare anche per l’anno 2024, con qualche modifica, l’esonero parziale contributivo a favore dei lavoratori dipendenti. Il beneficio, riconosciuto per il periodo 1° gennaio 2024 - 31 dicembre 2024, consiste nell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali IVS a carico del lavoratore nella misura del 6%, nel caso in cui la retribuzione imponibile non ecceda l’importo di € 2.692. La misura è incrementata al 7% qualora la retribuzione imponibile non ecceda l’importo di € 1.923.


2) Incremento della soglia di esenzione dei fringe benefits

Il Governo ha previsto l’innalzamento della soglia di esenzione a € 2.000 a favore dei lavoratori con figli fiscalmente a carico e a € 1.000 a favore di tutti gli altri lavoratori dipendenti per il solo anno d’imposta 2024. Ulteriore novità rispetto all’anno precedente è la previsione secondo la quale beneficiano dell’esenzione anche le somme erogate o rimborsate dal datore di lavoro per il pagamento delle spese per l’affitto della prima casa ovvero per gli interessi sul mutuo relativo alla prima casa.


3) Detassazione dei premi di produttività

Confermata dalla legge di bilancio 2024 prevede la detassazione dei premi di risultato, ovvero la riduzione dell’aliquota dell’imposta sostitutiva applicata agli stessi al 5% entro il limite complessivo di € 3.000 lordi annui qualora il reddito di lavoro dipendente percepito nell’anno precedente non eccedesse l’importo di € 80.000.


4) Congedi parentali

Estesa, per il solo anno 2024, l’elevazione dell’indennità, in alternativa tra i genitori, per il primo mese di congedo, per un ulteriore mese, portando dunque a due mensilità la fruizione dell’indennità nella misura dell’80%, fino al compimento del sesto anno di vista del bambino.


5) Decontribuzione lavoratrici madri

Viene previsto anche un beneficio di natura contributiva anche a favore delle lavoratrici madri. Si tratta, in particolare, di un esonero contributivo pari al 100% dei contributi IVS c/dipendente a favore delle lavoratrici madri con almeno 3 figli e titolari di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato. La misura spetta per il periodo 1° gennaio 2024 - 31 dicembre 2026, nella misura massima di € 3.000 annui riproporzionati su base mensile e fino al compimento del 18° anno di vita del figlio più piccolo. In via sperimentale e per il solo anno 2024, l’esonero totale è riconosciuto anche alle lavoratrici con 2 figli e fino al compimento del 10° anno di vita del figlio più piccolo.


6) Riforma fiscale: riduzione delle aliquote Irpef

Parallela alla manovra di bilancio è l’introduzione a partire dal 2024 della modifica delle aliquote IRPEF. Vengono ridotte, a decorrere dal 1° gennaio 2024 e per un solo anno, le aliquote Irpef da quattro a tre. Pertanto, le nuove aliquote Irpef saranno le seguenti:

- 23% per i redditi fino a € 28.000;

- 35% per i redditi oltre € 28.000 e fino a € 50.000;

- 43% per i redditi oltre € 50.000.

Viene inoltre aumentata la detrazione minima pari a 1.880 € a 1.955 € così da ampliare la No Tax Area ai redditi imponibili fino ad € 8.500 equiparandola a quella prevista per i redditi da pensione

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page